Cos’è l’epatite C

Cosa è l’epatite C?
L’epatite C è una malattia del fegato causata da un virus appartenente alla famiglia delle Flaviviridae ed unico membro del genere Hepacivirus (HCV). Questo virus, attraverso l’attivazione del sistema immunitario, provoca la morte delle cellule epatiche (necrosi epatica). Le cellule distrutte sono sostituite da nuove cellule epatiche ed in parte da un tessuto fibrotico; nel corso del tempo, la deposizione di tessuto fibrotico altera la struttura del fegato e determina la comparsa di noduli e cicatrici. Tale alterazione della struttura del fegato si definisce “cirrosi”. Il fegato cirrotico può mantenere una capacità funzionale per tanti anni ma nel lungo tempo la riserva funzionale è destinata ad esaurirsi e possono svilupparsi delle complicanze, quali il tumore epatico.

A seguito del contagio, circa il 60-70% degli individui diventa portatore cronico del virus.
Ciò significa che anche un’incidenza relativamente modesta dell’infezione contribuisce ad alimentare efficientemente il pool dei portatori cronici del virus. Altri cofattori, come alcol, sovraccarico di ferro, steatosi epatica (accumulo all’interno delle cellule epatiche di grassi), obesità e diabete possono contribuire a una progressione più rapida della malattia epatica e delle sue complicanze.