Home

Oggi l’epatite C è un viaggio che ha un inizio e una fine.

Epatite C Zero racconta questo viaggio, tappa per tappa. Perché guarire dall’epatite C si può e si deve.

5 TAPPE verso la guarigione
1
I pazienti over 65

Il viaggio con l’epatite C, per molti pazienti italiani, è iniziato tra gli anni ’60 e ’80 del secolo scorso: in tanti hanno contratto l’infezione quando il virus non era ancora stato identificato e in ospedali e studi medici non si seguiva un’adeguata profilassi. Per esempio, le siringhe di vetro che si usavano un tempo sono state uno dei maggiori veicoli dell’infezione.
Leggi tutto

2
I pazienti co-infetti

Trovare la terapia adatta: una grande sfida nel caso dei pazienti “co-infetti”, quei pazienti che, insieme all’infezione da HCV, presentano anche quella da HIV, il virus dell’immunodeficienza umana. Queste due infezioni associate creano molte difficoltà alla cura.
Leggi tutto

3
Il valore del rapporto con il medico

Per un medico tutti i pazienti sono uguali, ma nessun paziente con HCV è uguale all’altro.
Ogni paziente ha la sua storia e le sue specifiche esigenze di cura, che oggi possono essere soddisfatte attraverso terapie personalizzate.
Leggi tutto

4
I pazienti con insufficienza renale

I pazienti con HCV e insufficienza renale cronica sono considerati pazienti “fragili” e “difficili”. Da un lato, l’infezione da HCV può contribuire aggravare il danno ai reni. Dall’altro, l’insufficienza renale limita la possibilità di curare l’infezione da HCV.
Leggi tutto

5
La prevenzione

E una volta arrivati al traguardo? Per chi raggiunge la guarigione, il punto di arrivo è anche un punto di partenza: la prevenzione.
Prevenire è fondamentale non solo per non contrarre il virus, ma anche non reinfettarsi una volta guariti. Chi ha eliminato l’HCV, non acquisisce immunità e, se non adotta comportamenti adeguati, corre gli stessi rischi delle persone mai infettate.
Leggi tutto